Crohn nel mondo, dove vive chi soffre di IBD e come si dice in 20 lingue

crohn nel mondoQuando mi capita di dire a qualcuno che ho il morbo di Crohn, sempre più spesso ricevo risposte come “Ma dai, anche il mio collega (o mia zia, la mia amica, il mio vicino di casa, ecc.) ce l’ha”. La spiegazione logica è che le diagnosi arrivano sempre più puntuali e anche se non sono quasi mai immediate finiscono per dare un nome preciso a quello che un tempo non si riusciva a conoscere.
Riflettendo su questo fatto, mi sono chiesta: ma quanti malati di IDB o Mici (malattie infiammatorie croniche intestinali, ovvero morbo di Crohn e Colite Ulcerosa) ci sono in Italia, in Europa, nel mondo?

Quello che è emerso conferma quanto è già noto: i Paesi occidentali registrano il maggior numero di malati di IBD, con una crescita negli ultimi anni in Cina, Giappone, Nord Africa e Est europeo. Sembra anche che immigrati nel cosiddetto Occidente siano più soggetti a sviluppare la malattia dei propri connazionali che restano nel Paese d’origine.

Secondo i dati ufficiali riportati dalla maggiori associazioni mondiali di IBD, nel mondo ci sarebbero circa 5 milioni di malati di IBD, 3 milioni si trovano in Europa come dichiarato da EFFCA (European Federation of Crohn’s & Colitics Associations).
CCFA (Crohn’s &Colitics Foundation of America) riporta che sono circa 1,4 milioni gli americani che soffrono di IBD, con approssimativamente 30mila nuovi casi diagnosticati ogni anno. Il 10% dei malati ha meno di 18 anni al momento della diagnosi, mentre il 20% ha un parente affetto dalla stessa patalogia. Più di 1,26 miliardi di dollari statunitensi sono i costi annuali diretti e indiretti per la cura di IBD secondo quanto dichiarato dalla American Gastroenterological Association.
In Canada, secondo la CCFC (Crohn’s and colitics foundation of Canada) i malati di IBD sono più di 200mila.

E in Italia? Sul sito di AMICI (Associazione Nazionale per le malattie croniche dell’intestino) è pubblicata, in assenza di un Registro nazionale, una ricerca svolta dall’associazione, dalla quale emerge che in Italia ci siano circa 100mila malati di IBD, di cui il 30-40% soffre di Morbo di Crohn.

Così, per continuare idealmente questo ‘giro del mondo’ con le IBD, ecco come si dice morbo di Crohn e colite ulcerosa in 20 lingue:

Inglese: Crohn’s Disease; ulcerative colitis

Francese: maladie de Crohn; colite ulcéreuse

Spagnolo: enfermedad de crohn; colitis ulcerosa

Tedesco: Morbus Crohn; Colitis ulcerosa

Croato: Crohn-ovo oboljenje; ulcerozni kolitis

Serbo: Морбо ди- Кронова (Morbo di Kronova); улцеративни колитис (ulcerativni kolitis)

Russo: Болезнь Крона (Bolezn’ Krona); неспецифический язвенный колит (nespetsificheskiy yazvennyy kolit)

Ceco: Crohnova nemoc; ulcerózní kolitida

Finlandese: Crohnin tauti; haavainen paksusuolen tulehdus

Giapponese: クローン病 (Kurōn-byō); 潰瘍性大腸炎 (Kaiyōseidaichōen)

Cinese 克羅恩病 (Kè luó ēn bìng); colite結腸炎 (Colite jiécháng yán)

Greco: Η νόσος του Crohn (I̱ nósos tou Crohn); colite ελκώδη (colite elkó̱di̱)

Rumeno: boala Crohn; ulceroasă colite

Olandese: ziekte van crohn; colite ulcerosa

Indonesiano: Penyakit Crohn; ulcerosa colite

Turco: Crohn hastalığı; colite ülserli

Bulgaro: болест на Крон (bolest na Kron); colite улцерозен (colite ultserozen)

Svedese: Crohns sjukdom; colite ulcerosa

Islandese: Crohns sjúkdómur; colite ulcerosa

Lettone: Krona slimība; colite čūlainais

photo credit: Positive Atmosphere via photopin (license)

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *